Unibet divide l’opinione degli ex arbitri nella partita di Leicester

L’esibizione di Jon Moss nel pareggio di Leicester City con il West Ham United ha diviso l’opinione con gli ex arbitri divisi sulle sue decisioni durante il gioco.

Il precedente capo degli arbitri Keith Hackett era schiacciante nella sua valutazione, descrivendo il gioco come “troppo grande” per Moss e accusandolo di andare “da una Unibet decisione caotica a un’altra”.

Moss espulso Jamie Vardy per due reati prenotabili dopo aver mostrato all’attaccante un secondo cartellino giallo per le immersioni e poi ha assegnato un rigore al West Ham quando ha deciso che Wes Morgan aveva imbrogliato Winston Reid.

Non avendo concesso a Leicester un rigore per un reato simile Unibet commesso da Angelo Ogbonna su Robert Huth, ha poi assegnato una penalità per una discutibile quantità di contatto fatta da Andy Carroll su Jeff Schlupp, che guida l’attaccante del West Ham per accusare l’arbitro di “provare a pareggiare le cose”.

Leonardo Ulloa mette via il calcio di rigore per salvare un 2 -2 il pareggio per la squadra di casa e l’arbitro è stato scortato dal campo, però non è chiaro se proteggerlo da fan o giocatori arrabbiati.

Hackett ha aggiunto: “Non capisce la gestione del tempo.È come Unibet scommesse online se il manager della squadra dicesse ai giocatori: “Guardate ragazzi, rallentatelo un po ‘”. L’arbitro può farlo. Ha il controllo, orchestra il ritmo del gioco. Lui non l’ha fatto. Passò da una decisione caotica a un’altra. Ha perso ogni credibilità. “Facebook Twitter Pinterest I giocatori di Leicester danno a Moss un pezzo della loro mente. Fotografia: BPI / REX / Shutterstock

Hackett è d’accordo anche con Carroll. “La penalità finale che ha dato contro Andy Carroll è stata una barzelletta”, ha detto. “Ovviamente ha portato Andy Carroll a fare quella dichiarazione che probabilmente lo metterebbe nei guai, ma in realtà ha detto Unibet quello che pensa e molti di noi che guardano in TV e sul campo pensano lo stesso.Non è mai stata una penalità. ”

Moss, ha trovato il sostegno degli ex funzionari Graham Poll e Howard Webb, entrambi ampiamente d’accordo con le decisioni dell’arbitro. “E ‘stato un pomeriggio difficile, ma non credo che le sue decisioni siano state così gravi come hanno fatto alcune persone”, ha detto Webb al Times.

Dall’avvio di Vardy, Webb ha detto che il contatto nell’area “È stato istigato da Vardy e Moss è stato corretto al 100% a dargli un secondo cartellino giallo” anche se era Unibet meno convinto dall’assegnazione di un rigore contro Morgan

Webb ha dichiarato: “Robert Huth aveva condizionato Winston Reid in moda simile poco prima che Leicester aprisse le marcature e Ogbonna aveva Huth al collo nei momenti finali della partita. Nessuno di questi è stato dato. Quindi avrei dato il rigore contro Morgan? No.Non c’era un contatto abbastanza significativo e aumentavano i livelli di ostilità. ”

Sentì che la penalità inflitta a Carroll era” soft “, suggerendo:” Forse la pressione della folla ha avuto un effetto. ”

< p> Poll pensava che una penalità avrebbe dovuto Unibet essere inflitta a Huth per il fallo su Reid, ma simpatizzò con Moss che resistette a “un pomeriggio davvero difficile”.

L’arbitro aveva ragione a pubblicare un primo giallo per il fallo di Vardy su Chiekhou Kouyaté e lui erano “al 100% corretti” per mandare via l’attaccante, ha detto Poll al Daily Mail.La penalità inflitta a Morgan era corretta anche se riteneva che anche Leicester avrebbe dovuto averne assegnato uno per il fallo di Ogbonna su Huth.

Contrariamente a Hackett e Webb, Poll pensava che la penalità assegnata a Carroll fosse la scelta giusta. Carroll ha attraversato la zona di rigore e ha battuto Schlupp senza intenzione di giocare la palla; contatto che si verifica solo all’interno dell’area di rigore “, ha detto. Facebook Twitter Pinterest Claudio Ranieri di Leicester City: Non mi lamento mai degli arbitri.

more: Unibet le mobile scommesse

Rate this post